La nostra storia

Firenze, Italia

Le nostre scarpe ci connettono alla Terra su cui viviamo. Ci aiutano a rendere i nostri viaggi più confortevoli e allo stesso tempo costituiscono il fondamento della nostra identità. In questa epoca in cui i confini hanno sempre meno importanza in cui l'umanità si trova sul punto di dissolvere barriere e frontiere artificiali, quando i vecchi paradigmi di casa, villaggio, tribù e confini diventano sempre più irrilevanti - mentre camminiamo coraggiosamente nella rivoluzione digitale noi - con i nostri istinti nomadi e la nostra eredità stiamo tornando a qualcosa di primordiale - quella forza motrice che ci fa continuare a cercare - mentre allo stesso tempo infrange i confini tracciati su confini, mappe e limiti imposti artificialmente.

La vita di KERRIE LUFTS è stata in gran parte plasmata dalla sua mancanza di radici, che l'ha portata in una ricerca, un viaggio.

 

"La mia vita è stata in gran parte plasmata dalla mia mancanza di radici, portandomi in una ricerca, un viaggio."

Non soddisfatta di stare ferma, ruppe gli schemi e si mise in viaggio per il mondo per realizzare i suoi sogni per creare per gli altri qualcosa che avrebbe dato loro un diverso tipo di calzature "radici".

Biografia 

"Una sognatrice auto-descritta ultra-ottimista, Kerrie si aggrappa a un'idea intrigante finché non riesce a farla diventare realtà".
Nata nel 1983, Kerrie ha studiato in Inghilterra dal 2003 al 2009 ottenendo rispettivamente una laurea e un master in design di calzature presso la Northampton University e il London College of Fashion. Kerrie ha lavorato con la regina degli accessori britannica Lulu Guinness e la leggenda del design canadese-britannica, Patrick Cox, mentre era ancora una studentessa. Questa volta attribuisce a lei "una buona base e una comprensione del lusso".
Una svolta fondamentale si è verificata nel 2011, quando Kerrie ha ricevuto il premio Fashion Fringe Accessories. Questo la spinse a Parigi, dove lavorò al fianco di Bruno Frisoni a casa di Roger Vivier. Questa esperienza l'ha preparata per il lancio del proprio marchio mentre si è trasferita in Italia, dove ora ha sede la designer.

 

Artigianalità, Made in Italy 

Lavoriamo con piccole fabbriche artigiane nel cuore della Toscana, che condividono gli stessi nostri valori: creare bellissime scarpe fatte a mano, realizzate con amore e passione.
"